mevita.it - salute e benessere

Carrello 0 items: € 0,00

Tunnel carpale: cause, sintomi e cure

16/11/11

Tunnel carpale: cause, sintomi e cure

Sindrome del tunnel carpale, un termine sconosciuto per molti, che è sinonimo di fastidio e dolore in corrispondenza del polso e della mano.
E’ una malattia vera e propria, caratterizzata dalla compressione e dall’infiammazione del nervo mediano del polso, collocato all’interno di un canale, il “tunnel carpale”, che garantisce la sensibilità a tutte le dita della mano, tranne il mignolo.

Il disturbo può essere scatenato dall’aumento di volume delle guaine dei tendini, che scorrono attorno al nervo, come conseguenza di tendiniti o infiammazioni, o dalla riduzione del lume del tunnel carpale, legata, solitamente, alla presenza di altri disturbi come artrosi e diabete, pregresse fratture del polso o a cambiamenti ormonali.

Un disturbo davvero difficile da ignorare, che si manifesta con formicolii, sensazione di addormentamento della mano, dolori alle dita, sempre più frequenti. Se inizialmente, i fastidi sono più evidenti durante la notte e al risveglio, con il passare del tempo, si acuiscono e diventano più frequenti, fino a rendere difficoltosi anche i gesti più semplici, come afferrare un oggetto.

Le persone più colpite? Secondo i dati ufficiali, sono le donne, di età compresa fra i 35 e i 50 anni.
Vittime preferite della sindrome del tunnel carpale alcune categorie professionali: sono più a rischio i soggetti che svolgono lavori manuali che costringono a posizioni forzate e continue il polso, come la sarta, per esempio, ma anche chi utilizza spesso il computer.

Per contrastare efficacemente il problema, meglio puntare tutto sulla prevenzione e la tempestività. E’ importante non trascurare i primi fastidi, rivolgendosi al medico per una diagnosi precoce.
Oltre ai consigli utili per evitare che il disturbo peggiori, all’utilizzo di speciali tutori e alla somministrazione di farmaci antinfiammatori, è possibile anche ricorrere all’intervento chirurgico, che può essere praticato in regime di day hospital, in anestesia locale e che dura circa un quarto d’ora. Attraverso una piccola incisione sul polso, il chirurgo è in grado di aprire il tunnel carpale, liberando il nervo da eventuali compressioni.

Back